Dark

Subwoofer è scuro, di un verde quasi nero, come il bosco in cui si perdono Biancaneve o Hansel e Gretel. Come la foresta immensa che ricopriva l’Europa, dove regnavano il lupo, il cervo, l’orso.
Scuro come la magia nera e gli incantesimi di amore, di sesso.
Scuro e gustoso come il cioccolato amaro, scuro e morbido come il velluto nero, scuro perché fitto di foglie, che ogni tanto hanno un lampo verde, come uno smeraldo in una miniera, o viola, come occhi stregati.
Scuro come le acque in cui ci immergiamo per trovare l’oblio, scuro come i gradini che ci portano nel mondo dei sogni.
Scuro perché troppo denso di colori. Scuro come il sangue, che diventa torbido quando siamo toccati dal demone.

Fatti scoprire dalla bestia. Fatti mordere. Party animals.

@Gianluca Manna

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...